La settimana culinaria a Matera

La settimana culinaria a Matera

Paese che vai, usanza che trovi! Così dice un proverbio italiano. In questo articolo voglio darti un’idea di com’è organizzata la settimana a Matera, dal punto di vista culinario, in tempi antichi e moderni.

E’ stata mia nonna a spiegarmi come la settimana era ben organizzata in passato, tanto da sembrare una vera e propria tabella di una dieta, e come sia oggi. E io ho deciso di condividere con te questa nostra usanza. Ci sono moltissimi piatti tipici nella cucina materana/lucana, che hanno risentito delle ricette delle regioni vicine. Siamo un fantastico ibrido di sapori.

La settimana nel passato

Lunedì: Verdura o legumi. Tra le verdure, che qui al Sud hanno un sapore sublime, ci sono le cicorie, gli spinaci, le bietole, i cardoncelli, i broccoli, la verza, le rape, i fagiolini, i carciofi… e i legumi principali della nostra cucina sono i fagioli, le lenticchie, le cicerchie, i ceci e le fave. Cotti in ogni modo.

Martedì: Legumi e pasta. Si potevano mangiare ancora legumi, magari avanzati dal giorno prima, con il solo pane o insieme alla pasta, rigorosamente fatta in casa. Per esempio, la tagghiar’n con le lenticchie o i fagioli o i ceci.

Mercoledì: Legumi e verdura. Un piatto esemplare composto da tutti i legumi è la crapiata. Un piatto buonissimo e sostanzioso e ricco di sostanze nutrienti. Da provare.

Giovedì: Pasta asciutta. La pasta, come le rcchitedd (orecchiette), u strascnet (strascinate) , u maccar’n a f’s (simil pennette) con sughetto, o in bianco con tonno.

Venerdì: Pasta mista. Pasta con broccoli o fagiolini o rape. Anche la cialledda, calda, pane raffermo bagnato, arancia e uovo,  o fredda, fatta con pane raffermo bagnato, cetrioli e pomodori.

Sabato: Brodo vegetale o di carne. Una pietanza tipica. Il sabato si mangia brodo, che sia vegetale (con patate, carote, sedano e aromi) o di carne di manzo, sempre con patate, carote, zucchine.. con la pasta, di solito la tagghiarin (pasta lunga e sottile).

Domenica: Pasta asciutta o verdura. Oggi si mangia la pasta al forno, ma in passato questo era un piatto per i più facoltosi. La gente più povera mangiava verdura o pasta poco condita o anche la pignata, carne di pecora cotta nella capasa (contenitore in terracotta) con patate, carote e altre spezie.

Nel prossimo articolo ti parlerò della attuale settimana culinaria tipica materana. Nel frattempo, goditi questo assaggio della nostra cucina e se hai domande, chiedi pure.

Ciao e a presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *